Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una forte esplosione avvenuta ieri sera in una fabbrica illegale di fuochi d'artificio dello Stato indiano del West Bengala ha causato almeno dieci morti e sette feriti.

Lo riferisce l'agenzia di stampa Ani. Fonti locali hanno però assicurato che le vittime sono molto più numerose.

L'incidente è avvenuto verso le 23 a Pingla, nel distretto di West Midnapore, e secondo testimonianze di persone del posto la fabbrica produceva anche clandestinamente rudimentali ordigni esplosivi. Denunce in questo senso presentate alla polizia non hanno però avuto alcun risultato.

Lo scoppio è stato così forte da distruggere completamente la fabbrica e danneggiare almeno cinque case nelle vicinanze. I corpi delle persone che in quel momento si trovavano al lavoro sono stati orrendamente mutilati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS