Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - Dopo alcuni giorni di calma, la violenza è nuovamente esplosa oggi nel Kashmir indiano dove la polizia e le forze paramilitari di sicurezza hanno aperto il fuoco in tre diverse località sui manifestanti, uccidendone quattro. Lo riferiscono i media indiani.
Questi nuovi incidenti avvenuti nelle località di Pattan, Kupwara e Sopore hanno infoltito il cruento bilancio delle proteste separatiste di questo Stato che ora è salito a 56 morti dall'11 giugno 2010.
Secondo quanto si è appreso, in considerazione della preghiera del venerdì, le autorità locali hanno deciso di sospendere il coprifuoco, ma ciò ha spinto migliaia di persone a scendere in piazza ed a scontrarsi con le forze dell'ordine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS