Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ziona Chana, un indiano di 64 anni capo di una setta che permette la poligamia, è alla testa nel nordest dell'India di quella che è considerata la più grande famiglia del mondo, composta da 39 mogli, 94 figli, 33 nipoti e 14 cognate, per un totale di 182 persone.

La sorprendente vicenda è riferita dall'agenzia di stampa PTI, secondo cui il capo di questa vera e propria tribù ha costruito nel villaggio di Baktawng, nel nord dello Stato di Mizoram, un edificio di 100 stanze e quattro piani, denominato "Chhuan That Run" (La Casa della nuova generazione).

Entusiasta della sua missione, Ziona ha dichiarato di sentirsi "come un figlio prediletto di Dio. Lui mi ha concesso così tante persone di cui occuparmi. Mi considero un uomo felice come marito di 39 donne e capo della famiglia più grande del mondo".

Per ragioni evidenti, la gestione della casa esige regole pressoché militari, con la moglie più anziana che è al vertice di una catena di comando che si preoccupa di organizzare le pulizie, gli acquisti e la cucina per l'intero gruppo. Una cena tipo, ad esempio, può implicare l'utilizzazione di 30 polli, 60 chili di patate e 100 chili di riso.

Per la gestione del talamo coniugale, Ziona ha messo a punto un sistema che prevede per lui un letto matrimoniale, mentre le mogli utilizzano i dormitori. Le più giovani, tuttavia, alloggiano più vicine alla sua stanza, e si avvicendano nel letto principale con un sistema di rotazione programmata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS