Navigation

India: lite per bestiame, donna bruciata viva

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2011 - 08:39
(Keystone-ATS)

Una donna indiana di 25 anni è stata bruciata viva nello Stato di Uttar Pradesh, nell'ambito di una disputa del marito con alcuni vicini per questioni legate al controllo del bestiame. Lo scrive l'agenzia di stampa Pti.

L'incidente è avvenuto mercoledì nel villaggio di Nagla Dhani, dopo che apparentemente una lite fra un contadino di nome Satish, marito della vittima Neeru, e un vicino denominato Ranveer, sullo sconfinamento del bestiame, sembrava essere stata risolta con la mediazione degli anziani del villaggio.

Ma durante il giorno, ha reso noto la polizia, quando Satish è andato a lavorare nei suoi campi, Ranveer, accompagnato da altri uomini, ha fatto irruzione nella casa del rivale, legando la moglie Neeru, appiccando il fuoco al suo corpo e chiudendo poi la porta di casa da fuori.

Soccorsa, la donna è stata sottoposta ad un tour de force da un ospedale all'altro, fino al suo decesso avvenuto mentre veniva trasferita dall'ospedale di Agra a quello "grandi ustionati" di New Delhi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?