Navigation

India: micidiale calca a pellegrinaggio, almeno 100 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2011 - 09:50
(Keystone-ATS)

NEW DELHI - I soccorritori hanno finora recuperato 104 cadaveri vicino al tempio di Sabarimala, nello Stato meridionale indiano del Kerala, dove ieri sera un incidente automobilistico ha causato un fuggi fuggi fra migliaia di pellegrini, molti dei quali sono morti calpestati. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ians.
Le squadre di soccorso, coordinate dal governo centrale e impegnate sul fianco di una montagna all'interno di una foresta a 30 chilometri dal tempio, hanno operato senza sosta per tutta la notte cercando, fra l'altro, di strappare alla morte gli oltre 110 feriti.
Il personale sanitario degli ospedali della regione è stato richiamato in servizio per accogliere le spoglie delle vittime ed i feriti - uomini, donne e bambini - della tragedia. Tutto è cominciato verso le 20:30 quando i pellegrini hanno abbandonato il tempio dove avevano partecipato all'evento più importante, l'apparizione al tramonto del Makara Jyothi (Luce celestiale), considerata fonte di benefica forza divina.
Migliaia di essi si erano accampati per passare la notte a Pulumedu, zona forestale a 30 chilometri da Sabarimala, ed è qui che un automezzo si è rovesciato su un gruppo di persone schiacciandole e causando una mortale fuga.
Le vittime, si è appreso, sono tutte indiane, provenienti dagli Stati di Tamil Nadu, Andhra Pradesh e Karnataka.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo