Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte Suprema indiana ha rafforzato la sicurezza dopo che un giudice ha ricevuto una email anonima in cui si minaccia di "far esplodere il tribunale". Lo riferisce oggi la tv Ndtv.

Per precauzione l'accesso sarà vietato per un mese ai praticanti, stagisti e alle parti in causa che vogliono consultare i legali. Saranno inoltre rafforzati i controlli all'ingresso. All'inizio del mese il giudice Dipak Mishra, che aveva rifiutato un appello di un condannato a morte per le stragi di Mumbai del 1993, aveva ricevuto un messaggio con minacce di morte.

Per il 26 agosto alla Corte Suprema è stata fissata una udienza sul caso dei marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone accusati dell'omicidio di due pescatori indiani nel febbraio 2012. La seduta dedicata all'esame del ricorso italiano contro la giurisdizione indiana (Writ Petition civil 236 del 2014) compare nel calendario sul website del tribunale.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS