Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - Continua a mietere vittime l'ondata di caldo che da qualche settimana ha colpito il nord e il centro dell'India. I morti per insolazione e disidratazione ieri sono stati 23, tra cui tre poliziotti. Lo riferiscono i media indiani.
La colonnina di mercurio ha toccato temperature record di oltre 46 gradi nello stato centrale del Madhya Pradesh e in particolare nel capoluogo di Bophal. Un picco di 47,6 gradi è stato registrato nella storica città di Gwalior.
Nello stato settentrionale del Gujarat, i colpi di caldo hanno causato 14 vittime. Altre persone sono morte in Rajasthan, uno degli stati indiani più aridi, dove le temperature massime sono oscillate tra i 47 e 48 gradi.

SDA-ATS