Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il partito del Congresso indiano intende lanciare il mega piano di assistenza alimentare per 800 milioni di poveri il prossimo 20 agosto in coincidenza con l'anniversario della nascita dello statista Rajiv Gandhi.

È stato deciso oggi in una riunione presieduta dalla leader italo indiana Sonia Gandhi, dal figlio e vicepresidente Rahul Gandhi e dal premier Manmohan Singh con gli alleati della coalizione di maggioranza e i "chief minister" degli Stati guidati dal partito.

In base al "Food Security Bill", varato con un decreto governativo una decina di giorni fa, saranno distribuiti 5 chili di riso e farina a un prezzo sussidiato al 67% della popolazione considerata indigente. L'obiettivo è di ridurre la malnutrizione, soprattutto quella infantile che rappresenta ancora una grave piaga per l'India.

Il piano comporterà una spesa pubblica di 22 miliardi di dollari, une cifra che secondo alcuni analisti è "insostenibile" per l'economia indiana in rallentamento.

Il Congresso è stato accusato di utilizzare il vasto programma di aiuti alimentari a fini propagandistici in vista di elezioni locali a novembre e di quelle generali previste la prossima primavera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS