Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - L'India ha messo oggi in orbita con successo cinque satelliti, tra cui uno - il TIsat-1, lungo 10 centimetri e pesante un chilogrammo - costruito della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).
Il lancio è avvenuto alle 05:52 dalla base spaziale di Sriharikota, nello stato meridionale dell'Andhra Pradesh, con un razzo Pslv (Polar Satellite Launch Vehicle) realizzato dagli scienziati dell'Isro (Organizzazione Spaziale Indiana di Ricerca) ed è stato seguito in diretta dalla sede del dipartimento tecnologie innovative della SUPSI, indica una nota odierna.
Il TIsat-1 non è il primo satellite svizzero proiettato nello spazio. Il 23 settembre 2009, sempre dalla base spaziale indiana, è stato lanciato il satellite "Swisscube", creato interamente nella Svizzera romanda, grazie alla collaborazione fra il Politecnico di Losanna, le Scuole universitarie professionali (HES) e l'Università di Neuchâtel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS