Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un lago formatosi negli anni in un ghiacciaio nella parte della cordigliera dell'Himalaya che si trova nello Stato indiano del Sikkim "ha un'alta probabilità di rompersi" e quindi di creare devastazioni enormi nelle vallate sottostanti. Lo scrive oggi l'agenzia di stampa Ians.

Citando l'opinione di scienziati indiani del Centro nazionale di prevenzione anticipata (Nrsc) di Hyderabad, formatasi su studi satellitari e pubblicata nell'ultimo numero della rivista Current Science, l'agenzia spiega che dati forniti da satelliti hanno rivelato che un lago si è formato nella propaggine del ghiacciaio South Lhonak a 7.000 metri di quota.

L'aspetto più preoccupante, rilevato dall'analisi dei dati, è che potrebbe esservi un disastro nelle vallate sottostanti se i suoi argini, formati da terra non compatta e detriti, dovessero rompersi. Nello studio pubblicato dal ricercatore Babu Govindha Raj e dai suoi collaboratori si precisa che il lago ha una ampiezza di 630 metri ed una profondità di 20, copre una superficie di 98,7 ettari e contiene circa 19,7 miliardi di litri d'acqua.

Dopo aver sottolineato che si tratta solo di uno studio preliminare e che per confermare l'ipotesi dovranno essere realizzate ulteriori ricerche sul terreno, Raj scrive che una improvvisa esplosione "potrebbe creare inondazioni devastanti nella zona sottostante", indicando che le probabilità che questo avvenga "sono molto alte".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS