Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 'super-ciclone' Phailin continua la sua marcia di avvicinamento nella Baia del Bengala verso le coste dell'India occidentale e toccherà terra nel tardo pomeriggio svizzero.

Il governo centrale ha lanciato un "allarme rosso" per i due Stati di Orissa e dell'Andhra Pradesh: almeno 400.000 persone che vivono nelle città e nei villaggi della costa verso sono state sfollate verso i rifugi all'interno del territorio.

Piogge battenti e vento forte già hanno investito molte zone costiere prima dell'impatto di Phailin, che si trova a meno di 200 chilometri dalla costa e che è accompagnato da raffiche di vento di 200-220 km/h, con punte di 240.

I media radio-televisivi ed online seguono passo passo l'evolversi del fenomeno, nel timore che esso possa ripetere il disastro provocato nel 1999 da un super-ciclone che causò in Orissa 10.000 morti.

Secondo Lakshman Rathore, capo del Dipartimento meteorologico di New Delhi, Phailin produrrà anche onde alte 3-4 metri che si abbatteranno sulla zona costiera. "Il ciclone ha un alto potenziale distruttivo - ha insistito - dati i forti venti che lo accompagnano".

Accanto al lavoro incessante dei servizi della Protezione civile dell'Orissa e dell'Anddhra Pradesh, il governo centrale ha messo in stato di allerta le forze armate, pronte ad intervenire per terra ed aria in caso di gravi necessità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS