Navigation

India: tre esplosioni a Mumbai, almeno 20 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2011 - 19:42
(Keystone-ATS)

È salito a 20 morti e 113 feriti il bilancio di tre esplosioni avvenute oggi nella città indiana di Mumbai. Una fonte del ministero dell'interno indiano ha detto che la triplice esplosione è un attacco terroristico.

Un responsabile dello stato del Maharashtra ha indicato che le esplosioni sono state causate da Ied (ordigni rudimentali improvvisati).

Da quanto riporta la televisione Ndtv, nel mercato di Zaveri, in una delle tre zone colpite, si è sviluppato un incendio che è già stato domato dai vigili del fuoco. Secondo quando si è appreso, uno scoppio si è originato da una cassa di metallo piazzata vicino a una centralina elettrica. Gli altri due luoghi sono il rione di Dadar e Opera House, nel sud della metropoli.

Intanto il ministero dell'interno, che sta monitorando la situazione, ha ordinato alle forze di sicurezza di rafforzare i controlli nella città colpita nel novembre 2008 da un sanguinoso attacco terroristico a due famosi hotel e a una stazione, costato la vita a 166 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?