Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le mucche del Gir hanno oro nelle loro urine.

Keystone/AP/RAJESH KUMAR SINGH

(sda-ats)

Ricercatori di una università indiana hanno sostenuto al termine di uno studio durato quattro anni che le mucche del distretto di Gir in Gujarat, oltre ad essere sacre, sono anche preziose, perché nelle loro urine è stata riscontrata la presenza di oro.

Il quotidiano The Times of India riferisce oggi che gli esami svolti su campioni di urine di 400 mucche del Gir nel Laboratorio di test alimentari dell'Università di agricoltura dello Junagadh (JAU) hanno permesso di confermare in essi la presenza di oro, fra tre e dieci milligrammi per litro. I ricercatori hanno precisato che si tratta di ioni, come sali d'oro dell'acido cloridrico, molto solubili in acqua.

Il capo del Dipartimento di biotecnologia della JAU che ha realizzato gli studi, dottor B.A. Golakia, ha precisato che i campioni sono stati analizzati con una tecnica basata sull'utilizzo di un gascromatografo accoppiato a uno spettrometro di massa.

Dopo aver ricordato che la presenza di oro nelle urine delle mucche è menzionata nelle scritture antiche indiane, Golakia ha infine detto che il prezioso metallo rinvenuto può essere solidificato attraverso processi chimici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS