Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel mese di maggio l'indicatore UBS dei consumi ha registrato 1,39 punti base, segnando un incremento leggermente inferiore alla media.

KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

(sda-ats)

Nel mese di maggio l'indicatore UBS dei consumi ha registrato 1,39 punti base, segnando un incremento del consumo privato leggermente inferiore alla media.

Il risultato corrisponde alla previsione per una crescita dell'1,3% nell'anno 2017, si legge in un comunicato odierno della grande banca.

Dall'ultimo calcolo dell'indicatore sono stati pubblicati i dati sui consumi privati e sull'occupazione nel primo trimestre. La crescita dell'occupazione effettivamente realizzata è stata inferiore alle stime, determinando da un lato una revisione verso il basso dell'indicatore e dall'altro una modifica della sua dinamica degli ultimi mesi.

Nonostante questo, non si segnala nessuna debolezza dei consumi, viene sottolineato nella nota. A maggio, ad esempio, le immatricolazioni di veicoli nuovi hanno segnato un aumento dell'8% rispetto allo scorso anno e anche gli ultimi dati disponibili sui pernottamenti in albergo da parte di cittadini svizzeri hanno registrato un netto incremento del 10%.

L'indicatore si attesta a un livello leggermente inferiore alla media pluriennale. Anche se i consumi potrebbero beneficiare di una maggiore occupazione, ci sarà un freno dovuto all'aumento dell'inflazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS