Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Industria svizzera ferma sul posto: l'indice svizzero dei responsabili degli acquisti (Purchasing Manager's Index, PMI) si è attestato in gennaio a 50,0 punti, vale a dire perfettamente sulla soglia che divide la crescita dalla contrazione.

Rispetto a dicembre vi è stata una flessione di 0,4 punti, mentre su base annua l'indicatore è salito di 1,0 punti.

Un anno dopo l'abbandono del cambio minimo euro/franco da parte della Banca nazionale svizzera (BNS) la congiuntura industriale resta quindi ancora immobile, osservano in un comunicato gli economisti di Credit Suisse, che interpretano i dati raccolti mensilmente in un sondaggio dall'associazione di categoria Procure.ch.

La stabilizzazione dell'indice in prossimità della soglia di crescita segnala però che non ci si deve più attendere una vera e propria flessione, continuano gli esperti. "Evidentemente l'industria svizzera è in grado di destreggiarsi nell'attuale contesto caratterizzato da una ripresa globale, con un cambio con l'euro attorno a 1.10 e uno con il dollaro vicino alla parità".

Il dato pubblicato oggi è inferiore alle previsioni degli analisti. Questi puntavano infatti su 50,9 punti, partendo però dal dato di dicembre di 52,1, nel frattempo rivisto a 50,4.

Nel dettaglio, il sottoindice produzione si è attestato, per il quarto mese di fila, in zona di progressione (54,6 punti, -0,6). Il comparto ordini rimane per contro ancora debole (48,3 punti, -0,4). Le prospettive per il mercato del lavoro continuano a essere fosche: il sottoindice occupazione è rimasto per il quattordicesimo mese di fila in territorio negativo (47,9 punti, +1,4). "Pertanto una rapida ripresa appare poco probabile", sintetizzano gli specialisti di Credit Suisse.

La banca ha pubblicato anche l'ultimo dato relativo all'indice PMI per il settore dei servizi: depurato dagli effetti stagionali ha raggiunto 51,2 punti, 7,5 punti in più dello stesso mese del 2015. Gli organici si sono ridotti ulteriormente e i prezzi sono calati ancora, mentre nel contempo sono cresciuti gli ordinativi. L'attività commerciale si è comunque attestata al di sopra della soglia di crescita, commentano gli economisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS