Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'indice svizzero dei prezzi al consumo ha registrato una contrazione dello 0,5% in luglio rispetto a giugno. Su base annua è stato rilevato un calo dello 0,7%, contro -1,1% in giugno, secondo i dati forniti oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST).

L'andamento di luglio è attribuito soprattutto ai saldi estivi nel settore dell'abbagliamento, cui si sono aggiunte numerose promozioni per mobili e arredamenti, commenta l'UST.

Sono così risultati in calo gli indici dei gruppi indumenti e calzature (-9,0%), mobili, articoli e servizi per la casa (-1,9%). In flessione anche le categorie trasporti (-0,4%), ristoranti e alberghi (-0,2%), comunicazioni (-0,1%), bevande alcoliche e tabacchi (-0,1%) nonché sanità (-0,1%). A salire sono stati invece gli indici dei gruppi altri beni e servizi (+0,3%), tempo libero e cultura (+0,1%) oltre che abitazione ed energia (+0,1%). L'indice del gruppo prodotti alimentari e bevande analcoliche è rimasto sostanzialmente invariato, mentre per quanto concerne il gruppo insegnamento non è stata effettuata alcuna rilevazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS