Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Indice ZEW-Credit Suisse sale in aprile, ma franco ancora preoccupa

Le aspettative degli analisti sulla congiuntura elvetica nei prossimi sei mesi sono leggermente migliorate ma continua a preoccupare il franco forte.

Il barometro congiunturale ZEW-Credit Suisse ha continuato a risalire in aprile, guadagnando 14,7 punti rispetto a marzo. Rimane tuttavia ancora in territorio negativo, a -23,2 punti.

Questa risalita dell'indice riflette un miglioramento delle previsioni degli esperti finanziari dopo lo choc monetario di metà gennaio, con l'abbandono da parte della Banca nazionale svizzera della soglia minima franco-euro, rilevano in una nota congiunta diramata oggi il Centro per la ricerca economica europea (ZEW) di Mannheim (D) e il Credit Suisse (CS). L'evoluzione del franco resta un fattore d'incertezza.

La valutazione della situazione economica attuale è un po' migliore del mese scorso ma rimane in territorio negativo, a -2,4 punti, dopo i -2,7 punti di marzo e i -5,4 di febbraio.

Le incertezze sull'evoluzione del tasso di cambio franco-euro rimangono forti. Gli esperti consultati sono divisi: il 37% prevede un ribasso del franco rispetto all'euro, il 35% si aspetta stabilità e il 28% preconizza un apprezzamento della valuta elvetica. Rispetto al dollari il 47% degli esperti ritiene che il franco scenderà ulteriormente.

Una netta maggioranza degli esperti definisce "normale" l'attuale situazione congiunturale elvetica, considerato in particolare il mercato del lavoro stabile.

La situazione dei tassi d'interesse è sempre per contro poco chiara: l'84% degli specialisti prevede uno status quo per i tassi a breve termine. Il 55% si aspetta tuttavia nei prossimi sei mesi una più stretta della politica monetaria negli Stati Uniti.

La valutazione della congiuntura nell'Eurozona continua a sua volta a migliorare, a -24,5 punti. Peggiora invece quella sulla congiuntura negli USA (24,5 punti), ma nel contempo le prospettive appaiono più ottimistiche.

Il barometro ZEW-Credit Suisse aveva cominciato a ristabilirsi in marzo, a 37,9 punti, dopo essere caduto a -73 punti in febbraio, primo mese completo succeduto alla decisione della BNS di abbandonare il cambio minimo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.