Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Secondo Peter Brabeck, industria alimentare e farmaceutica non si fonderanno

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

L'industria alimentare non si fonderà con quella farmaceutica, nonostante l'interesse per i cosiddetti alimenti funzionali: ne è convinto Peter Brabeck, ex presidente della direzione e del consiglio di amministrazione del gigante vodese Nestlé.

"Si tratta di due industrie completamente differenti", afferma Brabeck in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano economico romando L'Agefi. "Ogni volta che le aziende farmaceutiche hanno cercato di affermarsi nel campo della nutrizione hanno fallito".

A suo avviso i due rami non hanno gli stessi metodi di ricerca. Quello farmaceutico ha un approccio molecolare, mentre quello alimentare procede in modo più globale, considerando il consumatore nella sua dimensione completa.

Secondo Brabeck anche se il cibo può prevenire varie malattie rafforzando il sistema immunitario, non può - ad esempio - curare il cancro. "E questo non è il suo ruolo", aggiunge.

Il settore alimentare, tuttavia, continuerà a rafforzarsi nel campo della nutrizione e del benessere. Fra 30 anni vi saranno tre grandi gruppi di attività in questo campo: il primo, di cui Nestlé farà parte, si concentrerà sulla nutrizione al servizio della salute; il secondo segmento si occuperà della produzione di massa; il terzo si situerà nel mezzo e sarà costituito da piccole e medie imprese che svilupperanno prodotti più mirati, in particolare a beneficio della popolazione vegana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS