Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I lavoratori dell'industria grafica membri di Syndicom e di Syna, riuniti oggi a Berna, hanno approvato con una maggioranza del 97% il nuovo Contratto collettivo di lavoro (CCL) del settore. Questo entrerà in vigore il primo gennaio del 2016 e durerà almeno tre anni.

Lo hanno comunicato oggi i sindacati.

I negoziati si sono svolti in un clima economico difficile per questo settore e che dura da anni, indica la nota. I sindacati hanno potuto difendere le condizioni di lavoro ed evitare la riduzione dei supplementi per il lavoro notturno.

Il contenuto del nuovo CCL, già approvato a fine novembre da Viscom (Associazione svizzera per la comunicazione visiva), è globalmente semplificato. I salari minimi per il personale qualificato e non qualificato, che Viscom voleva in parte eliminare, restano invariati.

La durata ordinaria del lavoro fissata a 40 ore alla settimana è mantenuta. D'altra parte non è previsto alcun modello di pensionamento anticipato, la cui introduzione era auspicata dagli ambienti sindacali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS