Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'industria di telefonia in Svizzera nel 2012 ha guadagnato 857 milioni di franchi per i servizi di roaming internazionale. Si tratta di un aumento dell'1,4% rispetto all'anno precedente, ha comunicato oggi l'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM).

L'anno scorso sono state effettuate conversazioni in roaming per una durata complessiva di 286,5 milioni di minuti in uscita e 205 milioni di minuti in entrata, pari ad una riduzione rispettivamente del 6,2% e dell'1,3% rispetto all'anno precedente. Sono stati inoltre inviati 324,3 milioni di SMS, circa un quarto del 2011.

Sono invece decisamente aumentati i dati cariati o scaricati tramite internet, raggiungendo i 330,6 milioni di megabyte (MB) (365,9 % in più rispetto all'anno precedente), si legge nella Statistica sul roaming internazionale pubblicata oggi.

Rispetto alle tariffe europee, i prezzi applicati in Svizzera per i servizi di traffico voce e SMS in roaming (entro i confini europei) risultano elevati, secondo l'UFCOM. Per quanto riguarda il traffico dati, che dalla metà del 2012 nell'Unione europea e nello Spazio economico europeo è regolamentato per i prezzi al dettaglio, si può parlare di tariffe sostanzialmente analoghe.

Il roaming internazionale, parte integrante dell'offerta degli operatori di telefonia mobile, è un servizio che permette agli utenti di utilizzare anche all'estero il numero di telefono cellulare del proprio operatore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS