Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente della Fifa, Gianni Infantino, ha annunciato oggi, nella città boliviana di Cochabamba, che la Federcalcio investirà 1.400 milioni di dollari per lo sviluppo del calcio nei cinque continenti.

"Investiremo 1.400 milioni di dollari, tre volte più di quanto era prima", ha detto Infantino ai giornalisti. Inoltre, il dirigente italo-svizzero ha promesso un investimento per il completamento del Centro High Performance della Federcalcio boliviana (FBF) nel comune di Vinto, vicino alla città di Cochabamba. I lavori sono iniziati nel 1999 e sono stati poi interrotti per diverse ragioni. Infantino ha anche sottolineato che "il calcio va a salvare il calcio" riferendosi alla corruzione che ha visto coinvolti diversi dirigenti del calcio mondiale.

Il presidente della Fifa, interrogato sulla elaborazione della nuova legge dello sport della Bolivia, ha raccomandato che sia "in linea con la Costituzione boliviana e gli statuti della Fifa". Infantino è arrivato mercoledì nella città di Cochabamba con un aereo privato accompagnato dal paraguaiano Alejandro Dominguez, numero uno del Conmebol. Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha consegnato a Infantino la decorazione del 'Cóndor de los Andes en Grado de Gran Cruz' in una cerimonia che si è svolta a Cochabamba.

La visita di Infantino si è conclusa con una partita di calcio in cui la sua squadra ha vinto per 1-0 contro quella guidata da Morales, con un calcio di rigore trasformato proprio dal numero uno della Fifa. Nella squadra di Infantino giocavano lo spagnolo Fernando Hierro, il brasiliano Cafu, il colombiano Faustino Asprilla, l'uruguayano Jorge Seré, e gli argentini Martín Palermo, Pablo Aimar e Roberto Ayala, tra gli altri.

Nella formazione di Morales militavano ex giocatori boliviani, come Marco Antonio "El Diablo" Etcheverry. Infantino ha poi in programma di recarsi in Colombia, dove incontrerà i dirigenti sportivi locali e il presidente colombiano Juan Manuel Santos. Il tour sudamericano di Infantino, che è stato eletto presidente della Fifa il 26 febbraio, è iniziato lunedì in Paraguay ed è continuato martedì in Uruguay, dove ha assistito al trionfo della Celeste 1-0 con il Perù per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS