Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le infezioni sessualmente trasmissibili (IST) sono in aumento in Svizzera.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Le infezioni sessualmente trasmissibili (IST) sono in aumento in Svizzera. L'anno scorso sono stati segnalati all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) 1'070 casi di sifilide, 1'970 di gonorrea e 10'300 di clamidia, indica oggi la "Revue médicale suisse".

Se per quanto riguarda la sifilide il numero di casi accertati corrisponde ai valori degli ultimi cinque anni, per la clamidia si è assistito a una progressione delle infezioni. La patologia colpisce particolarmente le donne (6'846 casi contro 3'370 per gli uomini).

Situazione opposta per le altre due infezioni: gli uomini annunciatisi presso i professionisti a causa della gonorrea erano 1'571, a fronte di 391 donne. Per la sifilide, nel periodo in esame sono stati contabilizzati 886 casi riguardanti uomini e 183 concernenti le donne.

Infine, nel 2015, il numero di persone infettate dall'HIV è salito a 554, contro 519 casi nel 2014.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS