Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si mantiene vigorosa in Svizzera l'epidemia di influenza scoppiata nell'ultima settimana del 2010: i medici che partecipano al sistema di sorveglianza Sentinella hanno segnalato la settimana scorsa 27,5 casi sospetti ogni 1000 consultazioni, contro i 33 dei sette giorni precedenti. A dominare è l'influenza suina: nel 74% dei test positivi sono stati riscontrati virus del sottotipo A(H1N1).

Le visite mediche per sospetta influenza sono state nella settimana in esame 249 ogni 100'000 abitanti, ha indicato oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). La soglia epidemica (72 consultazioni per 100'000 abitanti) era già stata superata alla fine dell'anno.

Come nella settimana precedente l'influenza ha trattenuto a letto molto più spesso bambini e giovani rispetto agli adulti: i 15-29enni si sono ammalati con una frequenza circa quattro volte maggiore rispetto agli ultra 64enni, precisa l'UFSP.

I casi di influenza sono aumentati praticamente in quasi tutti i cantoni. Fanno eccezione il Ticino, i Grigioni, Ginevra, Neuchâtel, Vaud e Vallese, dove l'epidemia era particolarmente estesa. Anche in questi cantoni i virus sono ancora ampiamente diffusi, ma il numero di chi si è ammalato è diminuito la settimana scorsa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS