Navigation

Influenza A: morti 2 giovani in Messico, ma non è emergenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2012 - 21:23
(Keystone-ATS)

Due giovani, di 19 e 21 anni, sono morti in due centri ospedalieri di Città del Messico per l'influenza A-H1N1 nelle ultime due settimane, secondo quanto indicato oggi in un comunicato su internet dal segretario della Salute del distretto federale Armando Ahued. Nella capitale del Paese si registrano 138 casi di influenza. Di questi 110 corrispondono a A-H1N1, stando al comunicato.

Il viceministro della Prevenzione e promozione della Salute Pablo Kuri ha reso noto che i casi di influenza A-H1N1 in tutto il Messico sono 333. Tuttavia ha spiegato:"Non siamo in presenza di un'emergenza. Si tratta di numeri normali, dovuti alle basse temperature". L'esponente di governo ha inoltre escluso il ricorso a misure particolari, limitandosi a raccomandare alla popolazione il vaccino anti-influenzale.

Intanto il governo di Nuevo Leon, alla frontiera con gli Stati Uniti, ha emesso un'allerta epidemiologica dopo che la locale segreteria della Salute ha confermato la presenza di nove casi di influenza A-H1N1. Si tratta di persone di età diverse, da un bimbo di un anno a un uomo di 50, ma non sono casi gravi e nessuno di loro è stato ricoverato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.