Navigation

Influenza invernale ancora sotto la soglia epidemica

Nonostante un numero di contagi nettamente in crescita, l'influenza invernale non ha ancora superato la soglia epidemica. KEYSTONE/DPA dpa/ANDREAS GEBERT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2020 - 15:39
(Keystone-ATS)

Malgrado un numero di contagi nettamente superiore a quello della settimana precedente, l'ondata di influenza invernale non ha ancora raggiunto la Svizzera: i casi sospetti non superano attualmente la soglia epidemica.

Secondo gli ultimi dati diffusi oggi dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), nella prima settimana di gennaio i 97 medici del sistema di notifica Sentinella hanno segnalato 12,4 casi sospetti di influenza ogni 1000 consultazioni.

Ciò corrisponde a 59 casi ogni 100'000 abitanti, a fronte di una soglia epidemica stagionale di 69 casi. L'anno scorso l'ondata di influenza ha raggiunto la Svizzera nella seconda settimana di gennaio. Nel 2018, l'epidemia era già scoppiata in dicembre.

Al 7 gennaio 2020, l'incidenza era bassa in tutte le fasce d'età ad eccezione dei 0-14 anni. I casi di influenza erano più diffusi nei cantoni di Berna, Friburgo e Giura, e solo sporadici in Argovia, Basilea Campagna, Basilea Città, Soletta, Appenzello, Glarona, San Gallo, Sciaffusa, Turgovia e Zurigo.

Secondo l'UFSP l'influenza in Svizzera comporta ogni anno dalle 112'000 alle 275'000 consultazioni mediche. Le complicazioni della malattia causano diverse migliaia di ricoveri ospedalieri e diverse centinaia di morti, soprattutto tra le persone ad alto rischio.

In Europa nelle ultime settimane la maggior parte dei Paesi ha registrato una bassa o media attività di malattie influenzali. La tendenza è in aumento in quasi tutti i paesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.