Navigation

Informatici, quattro posti vacanti per ciascun disoccupato

C'è sempre più bisogno di tecnici. KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2020 - 18:00
(Keystone-ATS)

Nonostante il coronavirus, per gli informatici le prospettive rimangono positive: per ciascun disoccupato nel settore vi sono quattro posti di lavoro non occupati.

I dati - in cifre assolute: 4305 e 16'534 - vengono sottolineati in un comunicato odierno da ICTswitzerland, associazione che riunisce 34 grandi e medie aziende, nonché 21 associazioni del ramo.

La crisi provocata dalle misure contro la pandemia ha però lasciato ugualmente il segno: da aprile il numero dei posti vacanti nel comparto è sceso del 7%, mentre sono aumentati di 571 gli informatici senza lavoro.

ICTswitzerland raccoglie e mette a disposizione online tutte le principali informazioni sul settore e le aggiorna a scadenza regolare. Emerge così una realtà fatta di 242'600 occupati, 83'000 in più rispetto al 2010, una crescita pari al 52%. Nel segmento formazione è interessante rilevare come a finire una formazione di informatico sono tuttora soprattutto gli uomini, nove volte più che le donne.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.