Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quasi 14 milioni di franchi per il Ticino e 27,8 milioni per i Grigioni. È la somma che i due cantoni saranno chiamati a versare annualmente nel Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FIF) - dotato globalmente di 500 milioni - come prevedono i progetti preliminari di ordinanze inviate ai cantoni per consultazione. I cantoni, a loro volta, verranno sgravati di 300 milioni derivanti dal finanziamento dell'infrastruttura delle ferrovie private.

Come indica una nota odierna dell'Ufficio federale del trasporti (UFT), l'indagine conoscitiva - che si concluderà a fine marzo - riguarda la modifica di due ordinanze: l'ordinanza sulle indennità per il traffico regionale viaggiatori e l'ordinanza sulle concessioni, sulla pianificazione e sul finanziamento dell'infrastruttura ferroviaria. Quest'ultime dovrebbero entrare in vigore a inizio 2016.

Tali modifiche sono la conseguenze del sì popolare al progetto di finanziamento e ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria (FAIF). Quest'ultimo progetto - che ridefinisce i processi di pianificazione e le competenze finanziarie per l'infrastruttura ferroviaria - prevede una partecipazione dei cantoni per complessivamente mezzo miliardo nel FIF.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS