Per il presidente del PPD Christophe Darbellay lo smacco subito dall'UDC con la sua iniziativa sulle espulsioni di stranieri potrebbe rappresentare la fine di un'era e forse la partenza del vicepresidente Christoph Blocher non è solo una coincidenza.

Il no popolare alla proposta di modifica costituzionale si spiega solo con una mobilitazione senza precedenti: "questa volta gli argomenti emotivi non hanno fatto presa, il popolo si è dimostrato saggio", ha detto Darbellay all'ats. L'UDC è finita nella trappola che aveva essa stessa preparato.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.