Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Iniziativa delle Alpi chiede trattative serie per l'introduzione di una borsa dei transiti alpini (BTA). L'obiettivo è quello di avere al massimo 650'000 autocarri in transito dalle Alpi, come scritto nella Costituzione, invece degli attuali 1,25 milioni, spiegano oggi a Berna alcuni membri dell'associazione.

"Se si prendesse alla lettera la Costituzione, rispettivamente la definizione dello scopo di trasferimento, e si calcolasse con i valori attuali, l'obiettivo oggi dovrebbe essere persino più basso", ha spiegato Marina Carobbio Guscetti, vicepresidente dell'Iniziativa delle Alpi e consigliera nazionale ticinese.

Lo strumento più idoneo ed efficiente per raggiungere il tetto massimo di 650'000 camion è la borsa dei transiti alpini (BTA), secondo i promotori dell'Iniziativa. La BTA limita il passaggio di camion attraverso le Alpi tramite l'emissione di diritti di transito. Spetta alla politica stabilire quali siano i limiti. I diritti di transito emessi possono essere trattati sul mercato (messi all'asta) e la domanda ne determina il prezzo.

Tuttavia, il Consiglio federale piuttosto che contrariare l'Unione europea con la BTA, secondo i sostenitori dell'Iniziativa, preferisce negoziare sul concetto "TOLL+". Quest'ultimo è un sistema di imposizione differenziato: un camion deve pagare un pedaggio e, in questo modo, acquisire una sorta di "diritto di transito". Le tariffe sono differenti a seconda delle categorie di emissione e possono anche variare in funzione dell'orario.

Con questo sistema le cifre assolute del traffico pesante in Svizzera cambierebbero poco. La Confederazione avrebbe invece più libertà d'azione con la BTA, affermano i membri dell'associazione.

L'Iniziativa delle Alpi esorta quindi il Consiglio federale a rilanciare le trattative con l'UE sulla BTA e a prendere sul serio la posizione delle regioni dell'arco alpino interessate dal traffico di transito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS