Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sezione argoviese dell'UDC segue quella del canton Zurigo e raccomanda di accogliere l'iniziativa "contro le retribuzioni abusive" che sarà sottoposta al voto di popolo e cantoni il prossimo 3 marzo. La scelta dei delegati, riuniti questa sera a Boniswil (AG), è però stata tiratissima: 123 hanno detto "sì" al testo dell'imprenditore e consigliere agli Stati sciaffusano Thomas Minder (senza partito) e 119 "no".

L'assemblea è stato anche il primo di due "duelli" tra lo stesso Minder e il consigliere nazionale Christoph Blocher (UDC/ZH). I due uomini dapprima si erano battuti fianco a fianco per l'iniziativa, per poi distanziarsi dopo il dibattito in parlamento.

Minder ha sostenuto che il controprogetto indiretto, che entrerà in vigore qualora l'iniziativa dovesse essere bocciata dal popolo, offre ancora troppi sotterfugi per eccessi rimunerativi. Blocher dal canto suo ha essenzialmente messo in guardia contro le perdite di posti di lavoro che un testo radicale come l'iniziativa determinerebbe per la piazza economica svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS