Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'iniziativa popolare denominata ""Più chiarezza sui redditi dei politici" rischia di fallire. Il comitato promotore ha infatti deciso di interrompere la raccolta delle firme: in totale ne sono state riunite meno di 50 mila, a fronte delle 100 mila necessarie.

"Non abbiamo nessuna chance di raccogliere un numero sufficiente di firme entro l'8 dicembre, la scadenza fissata dalla cancelleria federale", ha detto Pascal Fouquet - portavoce del comitato e presidente dei Partito Pirata del Canton Berna - confermando informazioni pubblicate da "Zentralschweiz am Sonntag" e "Südostschweiz am Sonntag".

L'iniziativa chiede che i deputati alle Camere siano tenuti a indicare, ogni anno, le loro attività professionali, così come l'entità e l'origine dei loro redditi accessori e dei regali ricevuti, nella misura in cui abbiano un rapporto con il loro mandato parlamentare. La proposta, detta anche "iniziativa per la trasparenza", è stata lanciata nel giugno del 2011 con l'appoggio di giovani politici di UDC, PLR, PPD, Verdi, Ecoliberali e del partito Pirata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS