Navigation

Inizio scuola reclute con misure di protezione per coronavirus

Severe misure di protezione per le reclute a causa del coronavirus (foto d'archivio) KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 giugno 2020 - 11:33
(Keystone-ATS)

Mantenere la distanza, portare le mascherine laddove necessario, rispettare rigorosamente le prescrizioni d'igiene e un test coronavirus per tutti: sotto queste condizioni 12'500 reclute - tra cui 314 donne - hanno iniziato oggi la scuola reclute (RS) estiva.

Per ridurre il rischio di contagio o diffusione del coronavirus, reclute e quadri sono tenuti a portare costantemente le mascherine di protezione, fintanto che non saranno noti i risultati dei test, ha comunicato oggi il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS). Inoltre sarà loro concesso un congedo soltanto nel secondo fine-settimana.

Il concetto di protezione per la RS estiva era stato esaminato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ed era già stato applicato per la RS primaverile. Tutti i membri dell'esercito sono stati informati in anticipo e hanno ricevuto due maschere protettive per il loro ingresso in caserma. L'Esercito si assicura che siano disponibili sufficienti maschere protettive per i soldati durante tutta la scuola reclute.

Con 181 reclute donne che iniziano la SR, ci si attesta a un valore analogo a quello registrato nella SR invernale (184 reclute donne). Compresi i quadri donna, nell'attuale SR estiva si contano 314 donne, vale a dire il 2,5% circa di tutte le reclute e di tutti i quadri. Si tratta di un valore nettamente superiore rispetto all'effettivo totale di donne nell'esercito (0,8%).

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.