Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Nazionale (CSEC-N), trattando il messaggio governativo sulla promozione dell'educazione, della ricerca e dell'innovazione per il periodo 2017-2020, chiede un aumento del credito.

La CSEC-N chiede in particolare di stanziare 286 milioni di franchi supplementari. Questi verrebbero utilizzati per incrementare i contributi forfettari che la Confederazione versa ai Cantoni, il sostegno allo svolgimento degli esami federali di professione e degli esami professionali superiori, nonché per aiutare coloro che frequentano i corsi preparatori a questi esami.

Per la commissione, il settore educazione, ricerca e innovazione è di "estrema importanza per assicurare il benessere della Svizzera e per la sua piazza economica". Per questo motivo l'aumento del credito è giustificato malgrado il programma di risparmio che sta conducendo la Confederazione.

Le discussioni continueranno in una prossima seduta. Nel suo messaggio, il governo chiede al Parlamento un credito di 26 miliardi di franchi. Si tratta di un incremento del 2%, inferiore a quello del quadriennio precedente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS