Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'inondazione di Wolhusen (LU), dovuta ad una frana che nella notte tra domenica e lunedì ha deviato il corso della Kleine Emme, ha danneggiato una ventina di edifici. Secondo l'assicurazione cantonale sugli stabili, i danni ammontano ad oltre un milione di franchi.

Lo smottamento di circa 5000 metri cubi, avvenuto rapidamente verso le 3.40, e l'invasione d'acqua nella località hanno toccato soprattutto le zona industriale ai margini del paese, situato una ventina di chilometri ad ovest di Lucerna. Due aziende sono state particolarmente colpite.

I danni sarebbero stati molto più gravi se i pompieri non fossero riusciti a far rientrare rapidamente nell'alveo la Kleine Emme, sottolinea l'assicurazione cantonale. L'acqua avrebbe infatti potuto invadere la parte più densamente abitata della località. I danni non hanno interessato solo una ventina di edifici, ma anche varie altre infrastrutture, fra cui strade e muri di protezione contro le inondazioni.

Quasi tutte le persone fatte sfollare, una ventina, sono rientrate nelle loro abitazioni già lunedì sera. Le cantine allagate sono state liberate dall'acqua, le cisterne per il gasolio riparate e oggi sono iniziati i lavori di sgombero dei detriti, ha riferito Vinzenz Graf, ispettore cantonale dei vigili del fuoco.

L'inondazione ha in realtà colpito soprattutto case sul territorio di Werthenstein (villaggio subito a valle di Wolhusen) ha detto all'ats Fredy Röösli membro dell'esecutivo locale. Per aiutare la popolazione sono intervenuti 20 militi della protezione civile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS