Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Inquinamento aria: in Svizzera meno morti che altrove nel mondo (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/ESTEBAN FELIX

(sda-ats)

In Svizzera l'inquinamento atmosferico fa meno morti che altrove: la Confederazione è al 17esimo posto fra i Paesi meno toccati dal problema. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato oggi a Ginevra le stime nazionali dettagliate.

Complessivamente, nei 26 cantoni muoiono quasi 1500 persone all'anno per malattie non trasmissibili causate dalla cattiva qualità dell'aria, ovvero 18 persone ogni 100'000 abitanti. Assumendo a titolo di paragone un'età media uguale ovunque nel mondo, tale cifra si ridurrebbe a 8 ogni 100'000, ovvero il 17esimo numero più esiguo, emerge dai dati dell'OMS. Il tasso degli uomini si stabilirebbe a 11 e quello delle donne a 6.

L'organizzazione ha sviluppato un nuovo modello che prende in considerazione informazioni satellitari, di trasporti aerei e stazioni al suolo in 3000 zone nel mondo. Secondo i dati del 2012 l'inquinamento dell'aria causa ogni anno 7 milioni di vittime, ovvero un decesso su nove, di cui 3 milioni per la contaminazione dell'aria esterna. Quasi il 90% dei decessi si verifica in Paesi con redditi bassi o medi e quasi due terzi nel sud-est dell'Asia e nel Pacifico occidentale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS