Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Skype, il software per fare chiamate via internet acquistato da Microsoft nel 2011 per 8,5 miliardi di dollari, è fuori uso in tutto il mondo da stamani.

La compagnia ha reso noto di aver "individuato un problema nelle impostazioni di status" che mostrano se un utente è collegato o meno. Il problema tecnico fa risultare molti utenti offline anche se sono collegati, e di conseguenza non consente loro di telefonare. "Stiamo facendo di tutto per risolvere", si legge in una nota della società. E ancora: "Stiamo riconnettendo i nostri utenti e siamo concentrati sul ripristino del servizio completo", fa sapere la compagnia sul suo blog.

Le difficoltà non riguardano solo le telefonate, ma anche la chat, seppure in misura minore. "Un piccolo numero di messaggi nelle chat di gruppo non è stato recapitato, ma nella maggior parte dei casi si riesce a inviare messaggi ai propri contatti", spiega Skype sul suo blog.

Il problema, si legge nella nota, "non ha riguardato Skype per gli utenti business", cioè il servizio a pagamento che la società eroga alle aziende.

Per la società non si tratta del primo disservizio di questo tipo: nel dicembre 2010 un problema tecnico interessò molti utenti nel mondo per diverse ore. Come accadde allora, anche adesso molte persone stanno segnalando l'accaduto su Twitter in diversi Paesi, dalla Gran Bretagna all'Australia, Dagli Usa al Brasile, dalla Turchia alla Thailandia e al Giappone.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS