Navigation

Inumato il papa copto Shenuda III

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2012 - 18:47
(Keystone-ATS)

Il papa dei copti ortodossi egiziani, Shenuda III, è stato inumato nel monastero di San Bishoy, a un centinaio di chilometri dal Cairo nella regione del delta del Nilo. La breve cerimonia, alla quale hanno assistito centinaia di monaci, è stata preceduta da scene di calca impressionanti quando il corteo funebre è giunto al monastero, lo stesso dove trenta anni fa il papa copto è rimasto agli arresti per oltre un mese per dissensi con l'allora presidente egiziano Anwar Sadat.

Migliaia di fedeli si sono accalcati accanto al furgone impedendone il movimento, mentre decine di soldati della polizia militare tentavano di aprire un varco. La ressa è continuata per una ventina di minuti fino a quando i militari e i monaci sono riusciti a fare entrare il feretro all'interno del monastero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?