Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BISHKEK - Robert Blake, il diplomatico americano inviato in Kirghizistan, ha dichiarato oggi che Washington si prepara a prestare aiuto al governo ad interim del paese asiatico, una settimana dopo le violente proteste che hanno costretto alle dimissioni il presidente Kurmanbek Bakyev.
"Sono ottimista sui passi che il governo ad interim sta compiendo... gli Stati Uniti si preparano ad aiutarlo", ha detto Blake, uno degli assistenti della segretaria di Stato Hillary Clinton, che è anche il più alto esponente americano ad essersi recato in Kirghizistan dal 7 aprile.
Da parte sua la dirigente del governo provvisorio Roza Otumbaieva ha affermato che Bakyev deve rispondere dei suoi atti davanti alla giustizia per aver "versato il sangue" dei suoi concittadini.
"Bakyev ha oltrepassato i limiti della sua immunità versando sangue e ora deve presentarsi in tribunale e rispondere dei suoi atti davanti alla giustizia", ha detto la leader del governo dopo il colloquio con Blake.
In seguito alle violenze scoppiate il 7 aprile, il presidente è fuggito dalla capitale rifugiandosi nel sud del paese e l'opposizione ha formato un governo provvisorio.

SDA-ATS