Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - L'attesa cresce per l'iPad, il "tablet" della Apple in vendita da domani negli Usa, ma a metà giornata, di code davanti all'Apple Store della Quinta Strada, neanche l'ombra.
C'erano sì con largo anticipo le telecamere dei principali network Usa e ci sono già le transenne per contenere le file delle migliaia di persone attese. Ma è scomparso Greg Packer, il professionista dell'attesa, che sabato punterà ad essere il primo ad acquistare il nuovo gioiellino della casa di Cupertino, come fece quasi tre anni or sono con il primo iPhone.
Intanto, i due principali settimanali americani,"Time" e "Newsweek", dedicano la copertina all'evento. Time si chiede se Steve Jobs, il numero uno della casa di Cupertino, ce la farà anche questa volta.
"Newsweek" analizza la nuova strategia della Apple: per l'iPad la casa californiana ha messo a punto un proprio chip, che verrà ad aggiungersi al browser Safari, dando al colosso informatico di Jobs il controllo totale dell'oggetto.
Com'è successo con Google, ormai presente su tutti i fronti del web, anche la Apple, ed in particolare il suo negozio virtuale, l'inevitabile iTunes, comincia a sollevare una serie di interrogativi alla 'Grande Fratello'.
L'iPad è finito anche in tv, ed è stato la star del Colbert Report, una sorta di "Striscia la Notizia". L'umorista Stephen Colbert ha preso in giro "Newsweek" (offre la copertina gratis all'iPad ma fa pagare profumatamente la pubblicità al Kindle di Amazon), prima di utilizzare l'iPad come coltello da cucina, per tagliare pomodori e cetrioli.

SDA-ATS