Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VIENNA - Il consiglio dei governatori dell'Aiea si è riunito oggi a Vienna per esaminare ancora una volta "il caso particolare" dell'Iran. È stato il direttore generale dell'agenzia dell'Onu Yukiya Amano aprendo i lavori a definire così il tema della riunione.
"L'Iran è un caso particolare perché, tra le altre cose, ci sono elementi legati ad un'eventuale dimensione militare del suo programma nucleare", ha detto Amano davanti ai 35 governatori in rappresentanza dei 151 stati membri.
L'agenzia ha diffuso la scorsa settimana un rapporto secondo il quale Teheran sta proseguendo le attività di arricchimento nonostante le ripetute messe in guardia del Consiglio di sicurezza dell'Onu e tre serie di sanzioni.
In ottobre gli Stati Uniti, la Russia e la Francia avevano proposto di fornire barre di uranio combustibile per un reattore per usi medici, ma Teheran ha respinto questa soluzione firmando poi un accordo analogo con Brasile e Turchia. Amano ha detto che l'Aiea attende ancor una risposta di Usa e Francia sull'accordo con il Brasile e la Turchia.

SDA-ATS