Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - Altri dieci giornalisti sono stati arrestati nelle ultime 24 ore in Iran, in vista dell'anniversario della rivoluzione, l'11 febbraio, quando l'opposizione intende tornare a manifestare nelle piazze. Lo hanno reso noto oggi mezzi di stampa riformisti, sottolineando che salgono così a oltre 50 i giornalisti in carcere.
Tra gli arrestati delle ultime ore figurano anche giornalisti di mezzi d'informazione ufficiali o semi-ufficiali. Tra questi, Mahsa Jazini, che lavora per il quotidiano governativo 'Iran', Ahmad Jalali-Farahani, capo del servizio affari sociali dell'agenzia conservatrice Mehr, e Zeinab Kazemkha, redattrice della sezione artistica dell'agenzia Isna.
In carcere sono finiti anche Akbar Montajabi, responsabile della redazione politica della rivista 'Iran Dokht', e il fotografo Amir Sadeghi, accusato di avere diffuso immagini degli scontri del 27 dicembre scorso, quando, nella ricorrenza sciita dell'Ashura, manifestazioni dell'opposizione vennero represse con un bilancio di almeno otto morti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS