Navigation

Iran: almeno 80 morti nell'attacco contro Usa in Iraq

Una veduta della base americana di Al-Asad in Iraq KEYSTONE/AP/NN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2020 - 07:22
(Keystone-ATS)

Almeno 80 morti. Sarebbe questo un primo bilancio dell'attacco missilistico dell'Iran contro due basi irachene dove erano ospitati militari americani.

La televisione di Stato iraniana cita fonti ben informate della Guardia Rivoluzionaria secondo le quali circa 80 persone sono state uccise, ed altre 200 sono rimaste ferite, in seguito al raid.

"Grandi perdite sono state inflitte a numerosi droni, elicotteri e equipaggiamento militare nella base" di al-Asad. Secondo la Guardia Rivoluzionaria almeno 15 missili hanno colpito basi statunitensi, e nessuno è stato intercettato dall'esercito americano.

"Circa 104 obiettivi degli Stati Uniti e dei suoi alleati locali sono sono osservazione da parte dell'Iran, e se commetteranno un errore, siamo pronti ad attaccarli", spiega una fonte della Guardia Rivoluzionaria alla tv di Stato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.