Navigation

Iran: appello di Guterres, fermare l'escalation

Il segretario genrale dell'ONU KEYSTONE/SDN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2020 - 18:52
(Keystone-ATS)

"Sono in costante contatto con i leader mondiali e il mio messaggio è semplice e chiaro: fermare l'escalation, esercitare la massima moderazione, far ripartire il dialogo, rinnovare la cooperazione internazionale".

Lo dice il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, dopo i venti di guerra che spirano dall'Iran alla Libia. "Le tensioni geopolitiche sono ai massimi livelli di questo secolo, e le agitazioni stanno aumentando. Anche la non proliferazione nucleare non può più essere data per scontata", aggiunge.

Parlando con i giornalisti al Palazzo di Vetro, Guterres ha poi affermato di aver "seguito il recente aumento delle tensioni globali con grande preoccupazione". "Questo calderone di tensioni sta portando sempre più paesi a prendere decisioni imprevedibili con conseguenze imprevedibili, e un profondo rischio di errori di valutazione", ha ribadito il segretario generale Onu: "Non dimentichiamo la terribile sofferenza umana causata dalla guerra. Come sempre la gente paga il prezzo più alto, ed e' nostro dovere comune evitarlo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.