Navigation

Iran: attentato, vice ministro accusa Usa

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2010 - 16:55
(Keystone-ATS)

TEHERAN - Il vice ministro dell'Interno iraniano, Ali Abdollahi, ha accusato gli Stati Uniti di essere dietro all'attentato che oggi ha provocato 39 morti nel sud-est dell'Iran durante le cerimonie sciite per il giorno dell'Ashura.
"Il materiale sequestrato oggi - ha detto Abdollahi, citato dall'agenzia Irna - mostra che gli attentatori erano sostenuti dai sofisticati servizi di intelligence della regione e degli Usa".
Le autorità di Teheran accusano regolarmente gli Usa, la Gran Bretagna e Israele di essere dietro agli autori di attentati nelle regioni di confine dell'Iran, popolate da minoranze etniche e religiose sunnite, con l'intento di indebolire il governo centrale di Teheran.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?