Navigation

Iran: attivista Sotoudeh sospende lo sciopero della fame

L'avvocata iraniana Nasrin Sotoudeh in una foto d'archivio KEYSTONE/EPA/STRINGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2020 - 16:32
(Keystone-ATS)

L'avvocata iraniana e attivista per i diritti umani Nasrin Sotoudeh ha messo fine a uno sciopero della fame che andava avanti da più di 45 giorni per problemi di salute. Lo ha annunciato il marito Reza Khandan.

Era stato lui stesso ad annunciare sui social network che la moglie, 57 anni, aveva iniziato uno sciopero della fame l'11 agosto per denunciare le condizioni di incarcerazione dei prigionieri politici detenuti per motivi denunciati come "inverosimili".

Vincitrice nel 2012 del Premio Sakharov assegnato dal Parlamento europeo, Sotoudeh è stata condannata nel 2019 a 12 anni di carcere per aver difeso una donna che aveva manifestato contro l'obbligo del velo.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.