Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - La Cina continua a privilegiare una "soluzione pacifica" sul dossier nucleare iraniano, ha detto il Ministero degli Esteri, mentre il presidente Hu Jintao ha annunciato che parteciperà al summit internazionale sulla sicurezza nucleare previsto a Washington il 12 e 13 aprile.
"Sulla questione del nucleare iraniano, la Cina continuerà a lavorare per una soluzione pacifica", ha detto il portavoce, Qin Gang. "Noi abbiamo sempre spinto per una soluzione pacifica e continueremo a spingere in questo senso".
Ieri l'ambasciatore americano all'Onu Susan Rice aveva detto che la Cina accetta di avviare "negoziati seri" alle Nazioni Unite sul nucleare iraniano, insieme agli altri paesi del Gruppo dei Sei (Usa, Russia, Gran Bretagna, Francia, Germania). Oggi arriverà a Pechino il capo negoziatore dell'Iran per il nucleare, Said Jalili.
Il presidente cinese Hu Jintao ha inoltre annunciato oggi che parteciperà al summit internazionale sulla sicurezza nucleare in programma a Washington questo mese. La partecipazione era in forse dopo le accuse degli Stati Uniti alla Cina di tenere artificialmente basso il valore dello yuan per favorire le esportazioni.

SDA-ATS