Navigation

Iran: giustiziato manifestante accusato di omicidio

Il manifestante Navid Afkari è stato giustiziato in Iran. Immagine d'archivio. KEYSTONE/EPA/JALIL REZAYEE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 settembre 2020 - 12:22
(Keystone-ATS)

La giustizia iraniana ha annunciato che il wrestler Navid Afkari, 27 anni, condannato a morte con l'accusa di aver ucciso un funzionario pubblico nel corso di una delle manifestazioni di protesta del 2018, è stato giustiziato. Lo riferisce la tv di Stato iraniana.

Il giovane è stato impiccato stamattina in una prigione di Shiraz, ha detto il capo del Dipartimento di giustizia della provincia di Fars, Kazem Mousavi, citato dall'Irna, aggiungendo che i fratelli di Navid, Vahid e Habib, sconteranno rispettivamente 54 e 27 anni di carcere. I tre fratelli avevano denunciato di avere subito torture in carcere.

La condanna a morte era stata emessa sulla base di una confessione che poi Askari aveva ritrattato perché estorta con la tortura, ha detto il suo legale Hassan Younesi. Nei giorni scorsi una campagna social aveva tentato di mobilitarsi per chiedere la revisione della pena capitale di Navid.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.