Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Gli Stati Uniti non pagheranno la cauzione chiesta dalle autorità iraniane per la liberazione delle prigioniera americana Sarah Shourd.
"Il governo degli Stati Uniti non finanzierà la cauzione", ha detto il portavoce del dipartimento di stato Philip Crowley. La cauzione è stata fissata nella somma di 500.000 dollari. La famiglia della ragazza, detenuta in Iran da mesi e accusata di spionaggio insieme a due amici, ha detto di non avere i soldi per pagare.
Rispondendo ad una domanda sul fatto che sia legale o meno il pagamento di una cauzione, viste le sanzioni esistenti nei confronti dell'Iran, il portavoce Usa ha affermato che "in ogni istante avvengono transazioni tra l'Iran e il resto del mondo: alcune violano le sanzioni, altre no".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS