Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un segno del "collasso dell'etica politica negli Usa" e della disintegrazione interna del sistema: così la Guida suprema Ali Khamenei ha definito secondo l'Irna la lettera che 47 senatori americani hanno inviato alle autorità iraniane per avvertirle che, qualunque accordo siglassero con gli Usa sul nucleare, potrebbe essere cancellato dal congresso o da un successore del presidente Obama.

"In base alle norme internazionali - ha detto Khamenei citato dall'Irna - i governi sono vincolati agli impegni che prendono e queste regole non possono essere infrante da un cambio di governo". Gli americani, ha aggiunto Khamenei secondo l'agenzia Tasnim, induriscono i toni ogni volta che un possibile accordo si avvicina.

La lettera dei 47 senatori era stata criticata dalla Casa Bianca e dal segretario di stato John Kerry, mentre il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif l'aveva definita fra l'altro del tutto priva di valore dal punto di vista del diritto internazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS