TEHERAN - Mir Hossein Mussavi, capo dell'opposizione in Iran, ha respinto le accuse rivoltegli dalle autorità di Teheran di essere legato a Paesi stranieri, secondo quanto rivela un sito online.
"Le elezioni sono una questione interna e non hanno niente a che fare con Paesi stranieri. Il movimento di opposizione è indipendente e non consentirà a stranieri di interferire nei proprio affari", riporta il sito online Kalemeh, citando le parole rivolte da Mussavi a un gruppo di studenti.
Le autorità iraniane hanno ripetutamente accusato i capi dell'opposizione interna di avere legami con "nemici stranieri" e hanno messo in guardia che non saranno più tollerate proteste contro il governo dopo i disordini esplosi in seguito alle contestate elezioni presidenziali del giugno scorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.